Sgarbi contro tutti: “Non pagate le tasse”, “Studia, capra!”


di | 6 Mar 2014

Vittorio Sgarbi contro tutti. Il critico d'arte prosegue nel suo percorso che racconta gli sprechi architettonici italiani costati milioni e di una bruttezza disarmante: "Il bipolarismo è fatto di moltissimi coglioni e pochissimi intelligenti. Il mondo è dominato dall'ignoranza".

Sgarbi contro tutti

"Quando uno è un poveraccio lavora sedici ore al giorno devo solo avere e non dare. Lui dovrebbe multare lo Stato non viceversa. Io sono per non pagare le tasse. Fanno solo orrori con i nostri soldi. Io devo pagare le tasse per sapere che poi verranno usati per la nuvola di Fuksas? Bisogna rifiutarsi di pagare le tasse, prendere a calci in culo gli ispettori. Viviamo nel paese più bello del mondo violentato negli ultimi cinquant'anni dai nostri amministratori". Infine lo scontro in studio con il pubblico sullo scioglimento del comune di Salemi, di cui Sgarbi era sindaco. "Il prefetto che l'ha sciolto era della 'ndrangheta! Studia, studia, capra, capra!".