La provocazione di Sgarbi: siamo al limite della pedofilia


di | 6 Mar 2014

La provocazione di Sgarbi. Il critico d'arte con ironia analizza la visita di Matteo Renzi in una scuola dove è stato accolto da bambini cantanti. "All'apparenza è un caso evidente di pedofilia. Cioè dei poveri bambini costrtti ad elogiare uno di cui nulla sanno. Forse lo scambiano per Pieraccioni."

La provocazione di Sgarbi

"Mi ricordo che ero in collegio ai salesiani e viene a visitarci Aldo Moro. Eravamo nel 1964. Arriva lui e ci mettono in fila, e 673 che eravamo ad ognuno di noi ha dato la mano. Era un gesto talmente sublime di populismo quello di parlare con dei bambini e dargli che io ancora non l'ho dimenticato. Però aveva un significato, c'era un rito. Qui invece con Renzi gli preparano la canzoncina, gli fanno tutto quel discorso come se accogliessero un loro vecchio amico. E c'è qualcosa che ha a che fare con un regime. Non è un regime vero però certo non è un'azione spontanea".