Tinagli: meglio tenersi in linea che risparmiare


di | 13 Mar 2014

Irene Tinagli sul deficit. L'economista afferma come sia meglio tenersi in linea con le spese rispetto alle direttive europee che risparmiare. In questo modo si ha un gettito costante di denaro all'interno del circolo economico.

Irene Tinagli sul deficit

"Renzi ha questo margine di manovra che ha ereditato dai governi precedenti. Il deficit invece di essere al 3% era sceso al 2,6. Questo 0,4% Renzi vuole usarlo. È inutile stare a risparmiare così tanto, teniamoci in linea senza infrangere le regole dell'Unione europea. In questo modo abbiamo un po' di soldi da investire, Renzi lo vede come un investimento per far riprendere i consumi. Pensa di bilanciare le cose con un probabile aumento del Pil".

Sul debito pubblico

"Il debito pubblico al 133% non penso si possa ridurre a suon di 0,2% sul deficit. Serve veramente a poco, sarebbero dei sacrifici inutili. Però è vero che bisogna intervenire con un piano di rientro dal debito. E forse l'unica cosa che Renzi ha tralasciato. Serve un piano serio di dismissioni e privatizzazioni che Letta aveva iniziato a fare e mi auguro che Renzi possa riprendere presto".