Vito non è morto


di | 13 Mar 2014

La tragedia di Vito Scafidi. Cinzia Caggiano è la mamma di Vito, morto nel crollo della scuola di Rivoli a Novembre del 2008. Da allora porta avanti una battaglia per le scuole sicure. "Vito è morto a scuola. Era tranquillo nella sua aula e gli è crollato il controsoffitto. Non è stata colpa di un terremoto, è stata una folata di vento. Nel controsoffitto avevano abbandonato delle macerie per risparmiare sullo smaltimento e quando è caduto giù mio figlio è stato colpito da un tubo di ghisa in testa e non è più tornata a casa".

La tragedia di Vito Scafidi

La denuncia della mamma: "Quella di mio figlio era una tragedia annunciata come aveva detto Bertolaso il giorno dopo l'accaduto. Nove milioni di studenti rischiano la vita tutti i giorni nelle scuole italiane. Negli ultimi vent'anni non si è mai investito nell'edilizia scolastica per la ristrutturazione. Era meglio fare scuole nuove per inaugurarle e tagliare il nastro per farsi pubblicità politica. Mi ricordo le parole di Berlusconi che dopo la tragedia usò la parola fatalità. Non penso che sia una fatalità se cade un soffitto e il processo ci ha dato ragione"