Droga e criminalità Quarto Oggiaro: a due passi dall’Expo.


di | 24 Apr 2014

Droga e criminalità Quarto Oggiaro: il reportage di Servizio Pubblico. Un tempo a Milano il mercato della droga era controllato dalla mafia. Poi è arrivata la ‘ndrangheta. Oggi la domanda di droga è così forte che le grandi mafie possono lasciare la piazza a chi se la prende. Come a Quarto Oggiaro, periferia milanese a due passi dai cantieri dell’Expo. Dove lo Stato è assente e i piccoli criminali crescono.

Droga e criminalità Quarto Oggiaro

Pasquale Tatone, capo della famiglia campana e boss della droga di Quarto Oggiaro è stato ucciso pochi giorni fa. Ma i comitati cittadini puntano il dito contro gli immigrati e i campi nomadi.

Il piccolo Vallanzasca

L'ascesa del baby criminale di quattordici anni soprannominato dal quartiere "Pulce" per la capacità di sfuggire alle forze dell'ordine. Il racconto di Giulia Cerino.