Matteo Renzi sull’immigrazione


di | 8 Mag 2014

Matteo Renzi sull'immigrazione. Il Presidente del Consiglio torna sul tema e commenta quanto accaduto in Nigeria. "Bambine rapite, violentate e vendute per pochi dollari sono un dramma che va risolto Noi facciamo finta di niente. Questo dolore siccome è lontano non ci riguarda? Ci sono dei valori umani per i quali il nostro primo obiettivo deve essere capire cosa possiamo fare concretamente. L'Europa non può darci continuamente lezioni".

Matteo Renzi sull'immigrazione

"L'operazione Mare Nostrum costa molto ma consente di salvare molte vite e di arrestare 214 scafisti che andrebbero presi e buttati nelle patrie galere. Contro questi mercanti di carne umana disposti a far morire donne e bambini, un paese civile deve reagire in maniera durissima. Mare Nostrum ha salvato 28 mila persone. Tutte queste persone non vogliono rimanere in Italia".

La situazione in Libia

Continua l'analisi del premier sull'emergenza migranti. "Noi abbiamo un problema enorme: la Libia. Cosa è successo in Libia? Da quando hanno fatto fuori un dittatore sanguinario come Gheddafi l'immigrazione è aumentata perché partono tutti. Oggi è un paese ingovernabile, i governi durano un mese. Il 96% degli sbarchi sul nostro territorio partono dalle coste libiche. Cosa sta facendo l'Italia per risolvere questa situazione? Ieri ho parlato con Ban Ki-moon. Abbiamo chiesto che l'Agenzia dei rifugiati delle Nazioni Unite agisca sulle coste libiche per evitare lo strapotere territoriale degli scafisti".