I guai di Venezia: grandi navi e commercio cinese


di | 1 Mag 2014

Venezia grandi navi e commercio cinese. Ogni anno la città accoglie più di 20 milioni di turisti. Eppure quella che potrebbe essere la prima industria del Paese, anche qui, è inceppata. Fra il commercio cinese che sta soppiantando le storiche botteghe fino al turismo delle grandi navi. C’è chi si lamenta per il fatto che non portino ricchezza alla città, chi le considera una buona fonte di guadagno. E chi, come gli ambientalisti e il comitato “No grandi navi” le vorrebbe lontane dalla laguna.

Venezia grandi navi

Le proteste degli attivisti del comitato No Grandi Navi: "Solo un folle può sostenere che non ci sia un rischio d'incidente. Le navi passano vicinissime. In superficie non si vedono onde ma sotto c'è uno spostamento di masse d'acqua micidiale responsabile dello svuotamento del fondale della laguna. I fumi delle grandi navi contengono micro polveri che in un solo giorno inquinano l'aria come 15500 automobili".