Ukip di Farage. Il tassista Lee nel bar dei romeni


di | 22 Mag 2014

Ukip di Farage. Lee è un tassita londinese che vota per Il Partito per l'Indipendenza del Regno Unito (UKIP). Con il nostro Andrea Casadio si è fermato in un locale frequentato da immigrati dall'Europa dell’Est. Finiti nel mirino di Nigel Farage con l’accusa di rubare il lavoro agli inglesi. Ed è nato un vero e proprio scontro.

Ukip di Farage: la difesa degli immigrati

“Noi lavoriamo meglio e si guadagna meno, specialmente nell'edilizia. Per la metà dei soldi lavoriamo duro. Per una giornata di lavoro prendiamo 50 sterline, un inglese ne prende 100”. La difesa degli immigrati. “Sono gli inglesi che non hanno voglia di lavorare. Io ho lavorato in un hotel per sette anni e  quando un inglese veniva a cercare lavoro rifiutava sempre il lavoro delle pulizie. Certi lavori non vogliono farli, noi non rubiamo niente a nessuno. Questo Paese l’abbiamo costruito noi”. La replica del londinese Lee: "Sono un immigrato anche io, mio nonno era lituano e suo padre era polacco. La mia famiglia è fatta di immigrati. Non do la colpa a voi ma alla politica che permette questo sistema".