L’eroina di Perugia. Il crocevia della droga in Italia


di | 29 Mag 2014

L'eroina di Perugia. Il capoluogo umbro è uno dei crocevia della droga in Italia. Tanto da essersi guadagnato il soprannome poco lusinghiero di “capitale dell’eroina” e il record per morti dovute a overdose. In via Pellini, nel parco alle porte della città, c’è  un vero e proprio fortino dei tossicodipendenti. Mentre nel centro, qualche chilometro più in là, va in scena la movida del sabato sera. A sorvegliare piazza IV novembre c’è un gruppo di pusher tunisini, che controllano il racket. “Perugia è fatta così, c’è gente che vende, pippa, si droga e nessuno li arresta” raccontano due giovani. Il reportage di Giulia Cerino in esclusiva per Announo.

L'eroina di Perugia

“Io sono favorevole alla legalizzazione. Anche se vendendo droga arrotondavo” racconta un ragazzo di Perugia che è stato in galera 40 giorni per spaccio. “Perugia è un centro di smistamento importante. Qui sono tutti tunisini e si vende della roba che fa schifo. Per questo i ragazzi ci lasciano la pelle”.