L’importanza di essere renziani. L’editoriale di Travaglio


di | 29 Mag 2014

L’esito delle europee raccontato da Travaglio. “Siamo tutti renziani. Fate largo, non spingete, sul carro del vincitore c'è posto per tutti. Anzi no, forse questa volta ci vuole un cargo per raccogliere tutti i profughi che sbarcano da ogni dove. L'Operazione Matteum Nostrum. Un po' più costosa dell'altra perché i richiedenti asilo verranno accampati temporaneamente sotto Palazzo Chigi. Con tende e bagni chimici, in attesa di essere smistati, ministeri, enti pubblici, banche, Rai e municipalizzate. La spesa è alta ma ne vale la pena. L'importante è non spingere, c'è posto per tutti".

Essere renziani

"L'abbiamo scampata bella del resto. I sondaggisti avevano terrorizzato gli anziani, le donne, i bambini e i mercati addirittura. Vaticinando la vittoria di un comico che come noto ha governato il paese negli ultimi vent'anni e l'ha completamente distrutto.  Per fortuna era uno scherzo e siamo salvi. Dove lo troviamo del resto un salvatore della patria come quello che abbiamo? Non solo ci salva gratis ma l'indomani ci regala anche ottanta euro al mese. Ed è per questo che hanno dimezzato le pene per il voto di scambio. Mancava soltanto che un pubblico ministero disfattista lo incriminasse per quegli ottanta euro e gli impedisse di salvarci. Purtroppo è anche vero che in alcuni angoli del paese sopravvivono gli ultimi giapponesi che non vogliono proprio farsi salvare”.