Lega Pontida: il raduno e il teorema della banana


di | 8 Mag 2014

Lega Pontida. Il reportage di Luca Bertazzoni dal raduno annule del Carroccio. Una giornata fra la paura degli immigrati e la voglia di frontiere invalicabili: “Bisogna sterilizzarli, ci invadono. Vengono qui col barcone e poi hanno lo smartphone da 500 euro”. Il coro unanime dei militanti leghisti: "Basta immigrazione, i nostri figli non trovano lavoro, pensiamo prima ai nostri e poi agli altri".

Lega Pontida

Roberto Calderoli, uno dei leader storici della Lega Nord, espone il teorema della banana. "Voglio fare il gesto che nei giorni scorsi hanno fatto in tanti per dimostrare il loro non razzismo. Mi mangio anche io la banana. Però preferisco la frutta che cresce a casa nostra. Tutti hanno il diritto di mangiarsi la banana ma a due condizioni. Prima condizione: la banana te le devi comperare e pagare, non prenderla con la paghetta che danno quando arrivano in Italia. Seconda condizione: ciascuno è pregato di mangiarsi la banana a casa sua perché qualcuno ha il difetto di buttare per terra le bucce. E se ci sono troppe bucce poi va a finire che qualcuno si fa male".

Lega Pontida: le parole di Salvini

"Io domani vado in Sicilia a dire basta all'immigrazione clandestina. Sospendiamo quella cazzata del Mare Nostrum!"