Renzi contro Beppe Grillo: “Giù le mani da Berlinguer”


di | 22 Mag 2014

Renzi contro Beppe Grillo. Il premier risponde agli attacchi del leader del Movimento 5 Stelle. "In questa campagna elettorale qualcuno crede di poterci dare delle lezioni sulla legalità. Qualcuno pensa di poter venire da noi a dire che cosa è l'onestà. Il Partito Democratico, dopo anni di attesa, ha dato il via all'Autorità Nazionale Anticorruzione individuando in Raffaele Cantone il candidato per dirigerla. Questo partito ha introdotto il voto di scambio con il 416 ter che non c'era. Noi pensiamo che la legge sia uguale per tutti, anche per i deputati del PD".

Renzi contro Beppe Grillo

"Non accettiamo lezioni di onestà da nessuno. Giù le mani da Berlinguer, non si mette nella stessa frase insieme a Hitler. Sciacquatevi la bocca. Era il 1981, Corriere della Sera: 'Io le invettive non le lancio contro nessuno, non mi piace scagliare anatemi. Gli anatemi sono espressione di fanatismo e vi è troppo fanatismo nel mondo'. Questo era Enrico Berlinguer, altro che il fanatismo pentastellato".