Carlo Azeglio Ciampi: “Ebbi paura del Colpo di Stato”


di | 30 Ott 2014

Il racconto di Carlo Azeglio Ciampi sulla notte del 27 luglio 1993: "Ricordo come fosse adesso quel 27 luglio. Ero a Santa Severa e a mezzanotte mi informarono della bomba a Milano. Chiamai subito Palazzo Chigi per parlare con Andrea Manzella, che era il mio segretario generale. Mentre parlavamo a telefono udimmo un boato fortissimo in diretta. Era l'esplosione della bomba a San Giorgio al Velabro. Andre mi disse Carlo non capisco cosa sta succedendo. Ma non fece in tempo a finire perché cadde la linea. Io richiamai subito ma non ci fu verso. Le trasmissioni erano misteriosamente interrotte. Non esito a dirlo oggi: ebbi paura che fossimo a un passo da un colpo di Stato".