Diaw: “La Bossi-Fini fabbrica clandestini”


di | 23 Ott 2014

"Come mai le parole "clandestino" ed "extracomunitario" esistono solo in Italia?" Pape Diaw parte dalla terminologia usata per indicare gli immigrati per criticare la legislazione che regola il fenomeno nel nostro Paese. "Fino a due anni fa coloro che arrivavano con i barconi venivano per cercare lavoro. Ora sono soprattutto richiedenti asilo e rifugiati politici. Quindi non è possibile per le persone che non fanno parte di queste due categorie entrare nel territorio".  Poi si scaglia contro la legge Bossi-Fini: "È la peggior legge che questo Paese abbia mai avuto".