Gli investimenti stranieri in Italia. L’editoriale di Dragoni


di | 2 Ott 2014

L'editoriale di Gianni Dragoni. "Il primo ministro Matteo Renzi vorrebbe che gli investimenti stranieri arrivassero anche qui in Italia. E qualche giorno fa, più di cento importanti investitori internazionali e nazionali si sono incontrati proprio all'hotel Four Seasons di Milano. Gente con un portafoglio di migliaia di miliardi di dollari. Quindi una somma superiore a quella del bilancio dello Stato italiano e del debito pubblico".

Gli investimenti stranieri

"Ma da che cosa sono attratti questi grandi investitori? Dalle aziende quotate in borsa e soprattutto dalle società pubbliche che potrebbero essere privatizzate. Secondo alcuni banchieri i prezzi di vendita in Italia in questo momento potrebbero essere molto convenienti. Sentendo odore di affari, a questo incontro hanno partecipato anche dirigenti di Banca San Paolo, di Telecom, di Mediaset ma anche società pubbliche come Fincantieri. Soprattutto c'erano anche gli amministratori delegati di Banca Mps Fabrizio Viola e di UnipolSai Carlo Cimbri. Due esponenti di punta della finanza rossa. Il bello è che molti di questi banchieri e uomini d'affari li ritroviamo al matrimonio di Marco Carrai con testimone di nozze il Presidente del Consiglio Matteo Renzi".

Chi è Marco Carrai?

"Carrai è un imprenditore, amico fraterno di Matteo Renzi. E ha organizzato la raccolta di fondi per le campagne elettorali del premier. Adesso Carrai è anche presidente dell'aeroporto di Firenze e he delle cariche in altre quattordici società".