Esclusiva SP. Spatuzza: chiedo perdono alla città di Palermo


di | 29 Ott 2014

Gaspare Spatuzza, il pentito che ha contribuito a riscrivere la verità sulle stragi del 1992, vive recluso in una località segreta. Spatuzza passa le giornate in totale isolamento in un piccolo alloggio, dove passa il tempo a leggere e studiare. Dal suo rifugio ha accettato la richiesta di Servizio Pubblico di scrivere una lettera in cui chiede perdono alla sua città per i suoi delitti. E invita le Istituzioni a cooperare per il bene comune. "Raccontare i momenti oscuri per fare chiarezza, ovvero giustizia".

La lettera di Spatuzza

Qui il contenuto integrale della lettera che Spatuzza ha scritto nel febbraio del 2014. E di cui soltanto adesso è stata autorizzata la diffusione.