Grillo contro Draghi: “Vinciamo e cambiamo l’Europa”


di | 10 Ott 2014

Beppe Grillo contro Draghi. Il leader pentastellato dal palco del Circo Massimo rilancia la sfida alle istituzioni europee mettendo nel mirino la BCE. "Se noi arriveremo a vincere le elezioni e a governare questa Europa dei banchieri è finita, cambierà in una settimana. Draghi non può decidere la sorte dei governi".

Casaleggio contro Draghi

"Ieri La Repubblica titolava: Draghi, "I governi senza riforme saranno cacciati". Questo signore è un banchiere e non può darci ordini". L'ideologo del Movimento 5 Stelle dal palco del Circo Massimo apre con una stoccata al Presidente della BCE. Poi il bersaglio diventa Giorgio Napolitano: "Bisognerebbe passare dalle elezioni e non da Napolitano per nominare un presidente del Consiglio. Ne ha nominati tre. Ma chi gli ha eletti i nostri presidenti? Lui o Mario Draghi? Draghi se dice che li caccia vuol dire che li mette pure". Non mancano riferimenti anche a Monti, Letta e Renzi: " Non sono portavoce della BCE ma porta ordini". E poi chiude con un messaggio per il presidente della BCE. "La mia sovranità dovrà prendersela con le armi, non con una lettera".