I negazionisti della Trattativa


di | 30 Ott 2014

“Per anni, sulla trattativa, c'erano i negazionisti: non c'è mai stata, figuriamoci se lo Stato tratta con la mafia. Ora son diventati giustificazionisti: la trattativa c'è stata, ma è cosa buona è giusta, coi mafiosi si deve trattare. Dicono: è come in guerra con gli scambi di prigionieri. Ma lì, dopo lo scambio di prigionieri, gli eserciti nemici tornano a combattersi come prima. Qui lo Stato s'è legato le mani dietro la schiena e le ha date tutte vinte ai boss che avevano consegnato Riina e chiuso la trattativa: Provenzano e i suoi fedelissimi”