Gabriele Zanier: “Io, insultato dagli attivisti M5S”


di | 16 Ott 2014

Gabriele Zanier: "Avevo passato 3 ore a spalare il fango poi ho visto Grillo. Circondato dai giornalisti, che faceva propaganda elettorale e gli ho detto: "Beppe vieni a darci una mano". Parla uno degli "angeli del fango", il ragazzo che ha contestato Beppe Grillo a Genova. "Mi sono sentito preso in giro perché non ha fatto niente per la sua città". Poi parla dell'attacco degli attivisti nei suoi confronti: "Mi sono ritrovato una gogna mediatica addosso sulla pagina Facebook di Grillo. Sono stato accusato di essere pagato dal PD".

Beppe Grillo su Genova

“Quelli del PD vanno in televisione a dire che è colpa del TAR. Io voglio l’esercito a Genova. Deve essere in funzione dei cittadini non di questi cazzo di politici”. Grida il leader del Movimento 5 Stelle dal palco del Circo Massimo. Poi, in mezzo a suoi cittadini, è accerchiato dalla telecamere e cerca di divincolarsi, ma viene contestato da un gruppo di ragazzi. “Vieni a spalare” gridano e lui “Chiamate Renzi, i nostri parlamentari sono qui”. Più in là, a Borgo Incrociati, come dopo ogni alluvione, la gente cerca di rimettere insieme i pezzi e si sente abbandonata dalla politica: "Ci vogliono i soldi, delle parole non ce ne facciamo niente”.