Carrara, l’occupazione e la rabbia


di , , | 27 Nov 2014

Dopo l’alluvione che ha colpito il territorio agli inizi di novembre, i giovani di Carrara hanno occupato il Comune. Il loro slogan? Resistere. “Questo posto è morto, non abbiamo più punti di ritrovo”, denunciano. “Alcol e droga devono essere i nostri palliativi?”