L’Is contro il Giappone “Dateci 200 milioni o questo coltello sarà il vostro incubo”


di | 21 Gen 2015

L'Is e il Giappone. Un riscatto di 200 milioni di euro: è quanto chiede lo Stato Islamico al governo giapponese per aver salva la vita di due suoi cittadini. Kenji Goto e Haruna Yukawa, ostaggi in Siria dallo scorso agosto.

L'Is e il Giappone

"Avete donato con orgoglio 100 milioni di dollari per uccidere le nostre donne e i nostri bambini e per distruggere le case dei musulmani. Ora pagate 200 milioni per salvare le vite dei vostri cittadini. Per il popolo giapponese: proprio perché il vostro governo ha preso la decisione sciocca di pagare 200 milioni per combattere lo Stato Islamico. Ora avete 72 ore per fare pressione al vostro governo affinché prenda una decisione saggia e salvi la vita dei vostri concittadini. Altrimenti questo coltello diventerà il vostro incubo".

Foreign fighters

Fra i 3000 e i 5000 foreign fighters europei potrebbero compiere attentati terroristici una volta tornati in patria: è quanto afferma il direttore di Europol. Questo è l'appello dei lupi solitari inglesi, pubblicato nel novembre scorso sui canali jihadisti. "Questo è un messaggio per quel porco schifoso di David Cameron. Hai deciso di bombardare lo Stato islamico ma se fossi un vero uomo manderesti forze militari sul territorio. Manda i tuoi uomini e noi li rimanderemo uno per uno in una bara. A tutti i fratelli in Inghilterra. Il califfato è stato instaurato, perché siete ancora nella terra dei miscredenti?".