Il rapper Fedez: “Siamo Charlie, non ciarlatani”


di | 26 Gen 2015

Il rapper Fedez a "La notte dell'onestà" interviene nel dibattito sulla legalità in Italia: "Alessandro Di Battista è diventato un grande amico, una persona che crede molto in quello che fa. Non nego di sentirmi un po' fuori luogo nel prendere la parola in questa grande manifestazione. So che ci sono persone più qualificate di me ma non ruberò molto tempo. Sono qui soprattutto per ringraziarvi perché siete un grande esempio di cittadinanza attiva. Anche io penso come Salvini che abbiamo il nemico in casa ma a differenza di lui non credo che questo nemico sia di fede mussulmana. Le più grandi stragi e attentati in Italia sono di matrice italiana. L'organizzazione terroristica più attiva sul nostro territorio si chiama Mafia".

L'appello del rapper Fedez

"Prima di chiedere ai musulmani di prendere le distanze dai fatti di Charlie Hedbo bisognerebbe chiedere agli italiani di prendere le distanze dai fatti di Mafia capitale. Il più grande nemico dell’Italia sono gli italiani".