Italicum e preferenze. Lo scontro tra Ferrara e Travaglio


di | 15 Gen 2015

Italicum e preferenze. Per il giornalista de Il Foglio i cittadini devono scegliere i propri governi con il voto. Accettando o meno le liste di parlamentari e senatori proposti dai partiti. "In Inghilterra che è una vecchia democrazia parlamentare nei collegi si presentano persone che sono scelte dai partiti. Chi cavolo deve sceglierli i deputati e i senatori e sottoporli al giudizio degli elettori? I marziani?".

Italicum e preferenze

Ma Marco Travaglio non è d'accordo. "L'inserimento delle preferenze nel patto del Nazareno è un passo indietro. Apre spazi ai soliti nominati dall'alto".

Ferrara difende l'Italicum

"Non ho abbastanza scienza per dire che l'Italicum è una legge elettorale incostituzionale. Osservo sempre a tutti quelli che dicono che i candidati li devono scegliere i cittadini che tutta la fine della Prima Repubblica e tutta Mani Pulite è stato fondato su un atto originario: no alle preferenze!".