Elezione di Sergio Mattarella. C’è lo zampino dei Berluscones?


di | 31 Gen 2015

Elezione di Sergio Mattarella. Nazareno Renzoni intercetta il pensiero di un berluscones nei corridoi della Camera: "Ci hanno sfondato!". Ma chi ha tradito la parola di B.? Forza Italia è nel caos e la nostra gola profonda ci svela tutti i retroscena. L'antefatto di Alessandro De Angelis: "Si è andati oltre ogni più rosea previsione. Sono molti più voti di quelli che Sergio Mattarella aveva sulla carta che erano attorno ai 620. Ma non solo, come spesso succede in queste occasioni dentro le urne ci sono dei movimenti strani. Ed è successo che il grosso dei parlamentari di Forza Italia ha disobbedito a Berlusconi".

I retroscena dell'elezione di Sergio Mattarella

"Ci hanno sfondato! ripete un parlamentare azzuro e in aula si sentono ancora gli applausi per il nuovo Presidente della Repubblica. Mattarella ha fatto il pieno dei suoi e l'ha votato mezza Forza Italia. Il calcolo è semplice, sulla carta Mattarella aveva 573 voti senza Alfano. Angelino ha detto di votarlo ma nel segreto dell'urna una ventina dei suoi non l'ha fatto. Quindi tra i voti che aveva in partenza Mattarella poteva arrivare al massimo a quota 620 compresi i voti di Alfano. Quindi ha preso circa 45 voti di Forza Italia e forse anche di più. Quella vecchia volpe di Verdini gli ha fatto arrivare molti voti, così come Fitto. Il soccorso azzurro è stato determinante".