Salvatore Borsellino: “Napolitano garante del silenzio sulla Trattativa”


di | 24 Gen 2015

L'intervento applauditissimo di Salvatore Borsellino dal palco della "notte dell'onestà" organizzata dal M5S a Piazza del Popolo. "Anche se continuo a dire che il mio simbolo dell'agenda rossa non deve mischiarsi con la politica qui sono tra amici. Sono stati i meet-up da ogni parte d'Italia ad invitarmi per darmi la voce che l'informazione non mi dava. Perché io dicevo che via D'Amelio era stata una strage di Stato e queste cose nel nostro paese non si possono dire. Io sono qui questa sera perché per quello che faccio preferisco metterci la faccia. In Italia invece in molti preferiscono mettere il culo sulle poltrone per fare i propri interessi". "La seconda Repubblica ha il suo peccato originale nella trattativa per la quale è stata sacrificata la vita di Paolo Borsellino e dei ragazzi della sua scorta pur di salvare la vita di qualche politico che con la mafia era sceso a patti. Perché sono in piazza col Movimento? Perché sono sicuro che questa piazza è piena di gente onesta".

Salvatore Borsellino contro Napolitano

L'attacco all'ex capo di Stato: "È stato il Presidente della Repubblica peggiore della nostra storia. Messo in quel posto solo per garantire il silenzio sulla Trattativa. Noi dobbiamo resistere perché il fondo non sappiamo dove sia".