La strategia di Renzi. Una “compravendita” per il Quirinale?


di | 29 Gen 2015

La strategia di Renzi. Mentre ci si prepara all'elezione del nuovo Presidente della Repubblica, gira voce che Luca Lotti, il braccio destro di Renzi, si stia muovendo per far convergere i dissidenti del Movimento sul candidato del PD, per evitare sorprese al premier. Ma con quali promesse? Paola Bacchiddu prova a sondare diverse fonti per capire quali siano le manovre in atto nella corsa al Colle. "Io so che Walter Rizzetto è andato a parlare con Luca Lotti o comunque voleva andare a parlare. Sono i soliti giochi politici. Lui va a dire che ne ha quindici, che ne ha dieci".

Quirinale, ci siamo!

Sono giorni convulsi quelli che precedono le votazioni per il prossimo Presidente della Repubblica. La linea che segue la maggior parte dei parlamentari è il silenzio. “Non abbiamo fatto nomi, non era il momento”, dice Paolo Romani di Forza Italia. Anche gli esponenti del Partito Democratico sono reticenti nel parlare. I 5 Stelle invece non rinunciano alla polemica: “L’elezione del Capo dello Stato non ha più nulla di democratico, è solo uno scambio di favori” dichiara Paolo Taverna. E intanto, questa mattina, Matteo Renzi ha convocato i grandi elettori del Pd per fare il nome di Sergio Mattarella. La copertina di Servizio Pubblico.