Brescia inquinata, provincia della Terra dei Fuochi


di , | 12 Feb 2015

Brescia inquinata. Non solo in Campania, la Terra dei Fuochi è anche nel nord Italia. A Montichiari, vicino a Brescia, è in atto una guerra atomica. Dodici discariche, nove milioni di metri cubi di rifiuti. “Tra un quartiere e la scuola è stata costruita una fabbrica chimica”, racconta Marino Ruzzenenti, storico dell’ambiente. Anche qui, come in Campania, ci si ammala di tumore e leucemia. “Abbiamo fatto diventare il territorio un mondezzaio”, dice Mara Galanti una delle mamme di Brescia, denunciando l’inquinamento di quella parte d’Italia.  “Mi sono trasferita dalla città in campagna per avere una vita più salutare e invece respiriamo veleno e mio figlio si è ammalato di leucemia”. Il reportage di Alice Martinelli.

"A Brescia i tumori aumenteranno"

L'oncologo Umberto Tirelli. "La scienza ha bisogno sapere che correlazione c'è tra inquinamento, tumori e fattori terzi. I tumori sono multifattoriali, l'inquinamento è sicuramente una causa. La situazione di Brescia è una polveriera. Purtroppo bisogna solo aspettare che esploda come nella Terra dei Fuochi dove da trent'anni l'inquinamento agisce. Il problema è molto serio e la scienza deve fare chiarezza su quali fattori intersecandosi concorrono allo sviluppo delle patologie tumorali. Fondamentale sarà creare una geolocalizzazione delle aeree più a rischio ma non dobbiamo aspettare vent'anni per farla".