Mattarella story. È un bel Presidente! Un santo! Un apostolo!


di | 5 Feb 2015

L'editoriale di Marco Travaglio sul nuovo Presidente della Repubblica. "A scanso di equivoci diciamo subito che ha fatto un bellissimo discorso d'insediamento forse perché non si sente il Re Sole come il suo predecessore. Se Mattarella è così sobrio, di poche parole e antiretorico, perché lo inondano con fiumi di parole, cascate di retorica, di bava, di saliva? O per fargli dispetto o perché sono abituati a leccare tutto quello che si muove. Che fine ha fatto la libera stampa invocata da Mattarella stesso? In democrazia servirebbe a fare le pulci a chi ricopre incarichi di potere pubblici per aiutare a sbagliare meno".

Mattarella story

"Non aveva detto una sola parola, nemmeno buongiorno e già i giornali facevano a gara per indovinare che discorso avrebbe fatto in Parlamento. Allora hanno iniziato a scrivere: dirà no al nuovo terrorismo, farà il bene del paese, parlerà dei bisogni della gente comune. Nel discorso ci sarà tanta Italia hanno scritto i giornali. Del resto è il Presidente della Repubblica italiana, sarebbe curioso se ci fosse molta Groenlandia o molta Australia... Da 40 anni abbiamo questo po' po' di Maradona della politica. Questa pepita d'oro nascosta. Com'è che l'han tenuto in panchina senza fargli toccare palla e lo scoprono a 74 anni?".