Santanchè su Falciani: “Un lestofante, uno che ha rubato, non Gesù”


di | 19 Feb 2015

Daniela Santanchè su Falciani: "Secondo me come dicevano i gesuiti il miglior metodo educativo è l'esempio. E oggi vedo Falciani che per me è una persona che ha rubato nell'azienda nella quale ha lavorato. In italiano si potrebbe dire un lestofante, non Gesù Cristo. Ci racconta di altre persone che a loro volta avrebbero rubato, ma non è né un oracolo, né un esempio. Il Signor Falciani ha rubato dati sensibili e mailing list che poi ha venduto ad altri. Forse un giorno scopriremo da chi è stato manipolato e chi l'ha pagato. Il mio giudizio su di lui è pessimo perché non posso avere rispetto per chi ruba. Capisco l'interesse giornalistico per questo caso. Ma al centro di questo caso non ci sono reati, non è illegale aprire un conto all'estero".

Falciani contro Santanchè

"I soldi me li sono guadagnati, il giorno ero con l'anticorruzione spagnola e la sera lavoravo ai miei progetti per mantenere me e la mia famiglia. Questi sono i fatti e bisogna capire questo perché posso dimostrarlo. Lei Santanchè può sorridere quanto vuole ma non può contestare quello che dico. I fatti ci sono e con il tempo tutto emergerà e tutto sarà conosciuto". Lo scontro in studio a Servizio Pubblico.