Michele Santoro sull’assoluzione di B. nel processo Ruby


di | 12 Mar 2015

L'anteprima di Michele Santoro sull'assoluzione di B. nel processo Ruby. "Non chiedo scusa a Berlusconi, la sentenza che lo assolve in realtà dipinge uno scenario grottesco. Non c'è da chiedere scusa a Ruby. Non chiedo scusa agli italiani che troppo consegnano alle sentenze la selezione della classe dirigente del loro paese. Non chiedo scusa a chi oggi crocifigge la Boccassini. Quindi chiedo scusa ma solo agli spettatori, non per le cose dette, perché tutte vere, ma chiedo scusa per il disturbo che certe trasmissioni hanno provocato. Dimenticatele e cantate con me 'Ancora tu, ma non dovevamo rivederci più?".

Cosa scrivono i giudici?

"I giudici che assolvono Berlusconi scrivono tra Berlusconi e Ruby c'è stato un effettivo svolgimento di atti di natura sessuale certamente retribuiti. E l'avvocato Coppi, difensore vittorioso prima di Andreotti e adesso di Berlusconi aggiunge che è tutto vero. Ad Arcore si sono svolte cene e prostituzione a pagamento. Ma non c'è prova alcuna ne che Berlusconi conoscesse la vera età di Ruby ne che abbia indotto i funzionari di polizia ad agire contrariamente al loro dovere."