Bersani su Maurizio Landini: “Non scenderà in campo”


di | 26 Mar 2015

Bersani su Maurizio Landini e l'acquisizione cinese del gruppo Pirelli. L’ex segretario del Partito Democratico commenta l’acquisizione della Pirelli da parte di ChemChina: “Qualcuno ha detto ‘meglio cinesi che morti’. Benissimo i cinesi ma gli italiani cosa fanno? Gli arabi hanno preso il trasporto aereo, i giapponesi l'industria ferroviaria. Gli indiani ci prenderanno la siderurgia. Ben vengano gli stranieri ma dobbiamo fare qualcosa per dare una possibilità alla nostra industria nazionale”. E sulla possibilità che il segretario della Fiom crei un proprio partito politico dice: “Landini non scenderà in campo”.

Landini: Mai pensato di fare politica

Maurizio Landini e la politica: "Non ho mai pensato di candidarmi e non voglio fare politica. Per difendere gli interessi dei lavoratori non devi guardare in faccia a nessuno. Molte volte la politica non lavora nell'interesse dei lavoratori. Non è giusto che anche chi lavora rimane povero. La ricchezza la fa chi produce".

"La politica non è solo dei partiti"

Il pensiero del sindacalista: "Vedo molta confusione nelle sue affermazioni. Un conto è un partito un conto è politica. La politica non fa la fa solo il partito, non è proprietà privata. Io ho sempre voluto rappresentare i lavoratori anche fuori dal mondo del lavoro. E per essere autonomo dai partiti io devo avere una mia idea di società come sindacato. La mia operazione, la mia coalizione sociale è contro il governo che sta cancellando i diritti a tutti. Il sindacato è anche un soggetto politico".