Casa Salvini. La terza parte del reportage di Servizio Pubblico Più


di , , , | 2 Apr 2015

Servizio Pubblico Più ha fatto un viaggio nella Milano che si appresta ad inaugurare l'Expo 2015. Tra la nuova skyline dei grattacieli e le periferie di Lorenteggio e Giambellino. Qui crescono le tensioni tra chi aspetta una casa. Chi ancora non la ha e chi la occupa, magari abusivamente. Con il leader della Lega Matteo Salvini che chiede l'arrivo dell'esercito mentre l'Aler (l'Azienda Lombardia per l'edilizia residenziale) è in crisi. E la Regione, guidata dal leghista Roberto Maroni, non riesce ad assegnare le migliaia di appartamenti liberi. La terza parte del reportage di Servizio Pubblico Più

Che dice Maroni sul dissesto di Aler?

"66 milioni di euro, misure per l'efficientamento del personale e ridurre la morosità dal 43% al 13%". Sono queste le cifre del piano varato da Roberto Maroni per salvare Aler. Il colosso che gestisce quasi 90 mila alloggi popolari. Ma i numeri di Aler raccontano un dissesto ben più grave: 345 milioni di mutui non pagati, 96 milioni di debiti verso fornitori e un miliardo e 200 milioni di euro che servirebbero per ristrutturare le case degradate.