La dittatura di centro? Va bene! L’analisi di Michele Santoro


di | 30 Apr 2015

A ridosso del voto di fiducia alla Camera sulla legge elettorale, Michele Santoro analizza la situazione politica italiana. "D'Alema, Fini, Casini, Veltroni non l'ammetteranno mai, ma Renzi è figlio loro, della loro incapacità di rinnovare la classe politica. Dalla loro incapacità sono nati Grillo e, prima ancora, Berlusconi. Appaiono come gli attori non protagonisti di una commedia, con l'eccezione di Bersani. L'ex Cavaliere ha considerato come suoi nemici principali non i politici, ma i magistrati e i giornalisti".

E la dittatura di centro?

"Berlusconi e Renzi hanno in comune un aspetto e cioè la possibilità di governare senza trovare ostacoli. Se l'avesse fatto Berlusconi, quello che sta facendo Renzi, l'avremmo ostacolato in tutti i modi, ora tutti tacciono. Anzi è l'elettorato di sinistra a dirci lasciatelo lavorare, e non solo quello di sinistra. Gaber aveva previsto tutto, gli italiani  di sinistra non si fidano, hanno paura che venga fuori una dittatura di destra. E gli italiani di destra non si fidano per lo stesso motivo, hanno paura che venga fuori una dittatura di sinistra. E la dittatura di centro? Di quella ci fidiamo, auguri!".