Luttwak su Giovanni Lo Porto: “I droni causano danni collaterali”


di | 23 Apr 2015

Luttwak su Giovanni Lo Porto. Dopo l'annuncio della morte del cooperante italiano Giovanni Lo Porto, ucciso da un drone nel corso di un raid americano, il politologo Edward Luttwak esprime il proprio giudizio sull'ammissione da parte di Obama di un uso inadeguato di tali dispositivi: "Obama vuole uccidere gli imprenditori del terrorismo. Si prendono mille precauzioni ma è sicuro che nei raid muoiano anche persone innocenti". E aggiunge: "È anche vero che esistono moltissimi posti in Italia dove si può andare a cooperare. Però certi vogliono andar lontano, in zone di guerra, e poi queste cose succedono". 

Sotto casa di Giovanni Lo Porto

Sandro Ruotolo si trova sotto la casa di Giovanni Lo Porto. Il cooperante italiano rapito nel 2012 in Pakistan, nel giorno in cui Barack Obama ne annuncia la sua morte. Lo Porto è stato ucciso da un drone durante un’operazione dell’antiterrorismo statunitense lo scorso gennaio al confine con l’Afghanistan. La cognata lo ricorda così: "Era una persona speciale, d’oro".