I giorni dell’odio fra Renzi e Bersani. L’analisi di Nazareno Renzoni


di | 16 Apr 2015

Nel Pd è a tempesta: i giorni dell'odio tra il premier e l'ex segretario. Renzi mette la minoranza all'angolo e prova a rottamare definitivamente Pierluigi Bersani, leader dell'area dissidente. "Alla fine con Bersani resteranno in 20. E se non passa la legge elettorale, si vota. Voglio vedere chi mette a rischio il seggio". Confida il premier, sicuro di avere la forza per schiacciare l'opposizione interna. Eppure Bersani non sembra voler mollare e gli agguati sono dietro l'angolo. I retroscena di Alessandro De Angelis e Nazareno Renzoni.

Bersani: "Renzi governa con i miei voti!"

Il dibattito in studio ruota tutto attorno al Partito Democratico. "La battaglia di Bersani e della minoranza del Pd è scarsamente comprensibile ai più". Con queste parole Mario Giordano, direttore del Tg4, liquida la questione interna al Partito democratico, prima di tornare ad attaccare l'ex segretario. "Mica siamo qui a far la ceretta allo yeti, direbbe lei in un duetto con Crozza, mentre quello vi asfalta". E Bersani sbotta: "Uno dice che Renzi ha vinto. Ma vinto cosa? Sta governando con i miei voti!".