La storia di Edith, scappata dai terroristi di Boko Haram


di | 14 Mag 2015

La storia di Edith, una donna nigeriana scappata dal proprio Paese, devastato dalla furia dei terroristi di Boko Haram. A Sandro Ruotolo racconta la propria storia. “Quando gli estremisti hanno ucciso mio marito e le mie figlie, sono scappata verso il Ciad e da lì sono arrivata in Libia”.

Edith in Libia

Nel Paese nord africano Edith incomincia a lavorare come domestica ma ha bisogno del visto. “Quando le autorità libiche mi hanno chiesto il passaporto che non avevo, mi hanno rinchiuso in una casa insieme ad altre persone. Sono rimasta lì sei giorni, poi mi hanno fatto salire a forza su un barcone. Non immaginavo di arrivare in Italia, pensavo mi riportassero in Nigeria. Oggi non saprei cosa sia per me la vita ”.