Sabrina Ferilli a Rosso di Sera: “Renzi, senza lavoro l’uomo è niente”



di | 18 Giu 2015

Sabrina Ferilli ha risposto all’invito di Michele Santoro e porta in piazza Annigoni un racconto su cosa significhi essere di sinistra oggi, in un mondo dove ogni appartenenza sembra perduta e l’onestà un miraggio: “Ho preparato un piccolo discorso sulle cose che sento e che mi sembrava giusto dire in una piazza. Io sono nata di sinistra, mi viene sempre in mente la vignetta di Altan, dove l’omino si chiede: “Dio mio cosa ho fatto per nascere di sinistra?”. Oggi è difficile essere di sinistra, e difficile restare a sinistra: ma non sono tutti uguali, non tutti fanno schifo, anche di fronte a storie come quelle di Mafia Capitale. Mio padre mi portava a sentire Berlinguer. Lui ci guardava e sorrideva: quello era il sorriso di chi dormiva bene la notte. Non sono nostalgica, ma ricordo l’importanza che la sinistra dava all’uomo e non alle cose. Non sono contro lo sforzo di Renzi di modernizzare il Paese, ma l’occupazione va garantita. Senza il lavoro l’uomo è niente”.

Sabrina Ferilli a Rosso di Sera

L’ultima puntata di Servizio Pubblico.  Live da largo Annigoni a Firenze. Tantissimi gli ospiti sul palco e soprattutto una grande festa per Servizio Pubblico. "Una rosa rossa e un impegno: non finisce qui", parola di Michele Santoro.