Alex Zanardi: “Ho superato la paura grazie alla capacità di sognare”


di | 6 Ott 2016

Alex Zanardi.  Il campione paralimpico, ospite della prima puntata di Italia, racconta a Michele Santoro la sua vicenda personale. Dal terribile incidente fino al riscatto grazie alla speranza e alla capacità di sognare.

Alex Zanardi: "Ogni giornata può migliorarci"

Cosa succede quando si ferma il rombo dei motori? Cosa scatta nella testa di una persona dopo un incidente così grave? Alex  Zanardi risponde alle domande di Michele Santoro. "Io fin da bambino sono sempre stato molto curioso. Capire il come e il perché certe cose funzionavano. Ricordo quando mio nonno mi regalò una moto retrocarica. Ricordo la sua faccia quando vide che avevo smontato completamente la moto. Quel mio aspetto caratteriale mi ha aiutato moltissimo durante il mio percorso sportivo. La curiosità di capire come migliorare se stessi ogni giorno. Creare un nuovo punto di partenza quotidianamente e realizzare i proprio sogni. Sono rimasto curioso anche dopo l'incidente. Nessuno vede di buon occhio una sedia a rotelle. Ma per me è fondamentale vivere la mia condizione nel miglior modo possibile. Quindi vedere la sedia a rotelle come un buon ausilio nel ridurre la fatica degli spostamenti. Guardare le cose senza pregiudizi continua ad incuriosirmi. Le mie medaglie le ho vinte quando sul letto d'ospedale non ho perso la curiosità di capire cosa aveva ancora da offrirmi la vita."