Tommaso Montanari vs Briatore: guerra fra mondi


di | 5 Ott 2016

Tomaso Montanari dialoga con Briatore sul ruolo della scuola, l'educazione e la cultura nel nostro Paese. Durante la prima puntata di Italia, la nuova trasmissione di Michele Santoro in onda su Rai2.

Tommaso Montanari e Briatore: due visioni del mondo diverse

"Qualche anno fa i cuochi erano considerati ubriacono e sfigati. Poi è arrivato Masterchef e adesso sono tutti giovani e belli. Il problema è che chi fa il cameriere pensa di fare un lavoro sfigato. Io penso invece che abbiamo più bisogno di camerieri che di commercialisti e avvocati. In Italia abbiamo bisogno di professionisti per creare un'industria top, come quella del turismo. Il turismo è l'unica industria in Italia in grado di partire domani". La replica di Tommasi Montanari al Briatore pensiero. "La Costituzione dice però che l'iniziativa privata e dell'impresa è libera purchè non sia in contrasto con l'utilità sociale e con la dignità. Questo è il punto, questo è il discrimine. Tutta questa bellezza ci deve servirea diventare una comunità, a diventare cittadini o deve servire a pochi? I miei figli vanno in una scuola a Firenze dove la metà dei loro compagni non sono italiani. E attraverso il senso di appartenenza al nostro patriomonio culturale questi bambini stranieri iniziano a sentirsi italiani ed uguali. Dobbiamo iniziare a dire che quei luoghi culturali servono per l'addio al celibato dei ricchi. Dobbiamo distruggere quel mezzo d'integrazione o c'è un altro modo sostenibile per fare tuto questo?".