Austria, sopravvissuta di Auschwitz: “Votate contro la destra”


di | 30 Nov 2016

Austria. L'appello antipopulista della signora Gertrude, viennese di 89 anni. Deportata ad Auschwitz quando aveva 16 anni con i suoi due fratelli minori e i genitori. Con voce pacata l’anziana mette in guardia "dai populisti che svegliano il peggio che si nasconde nella gente". In riferimento al leader Fpö Heinz Christian Strache, che recentemente ha parlato della minaccia di una guerra civile in Austria, la viennese ricorda di aver vissuto una guerra civile quando aveva sette anni.

Austria. Il ricordo della guerra civile

"All’epoca ho visto i miei primi morti, purtroppo non gli ultimi. Ed ora un politico dice che è una guerra civile sarebbe possibile. Questo è inammissibile", dice. "Queste del dicembre 2016 probabilmente saranno le mie ultime elezioni, ma i giovani hanno ancora tutta la vita davanti", afferma la signora Gertrude. Gertrude critica lo slogan politico di Hofer che dice "Dio mi aiuti". "L'ho già sentito nel 1933 e nel 1934", quando in Austria si contrapposero il governo del cancelliere Dollfuss e i Socialdemocratici. Ora, aggiunge, di nuovo questo slogan. Chi lo pronuncia però è una persona che «non ha niente a che fare con la religione. E non lo dico per devozione".