Il filosofo Galimberti: «I nostri ragazzi hanno perso l’identità»


di | 2 Feb 2017

Umberto Galimberti interviene nel corso di 'Babyricchi'. Quarta puntata del programma di inchieste e reportage 'Italia' di Michele Santoro. Il filosofo parla del problema identitario dei giovani: "I nostri giovani sentono di non aver futuro, vivono in un eterno presente all'insaputa dei loro genitori con i quali non parlano. Vivono l'assoluto presente in diretta ventiquattro ore su ventiquattro perché se guardano avanti non hanno un progetto da realizzare. Non hanno un futuro che li attende. Il futuro è una cosa seria e quando non si riesce a vederlo nasce un'atmosfera nichilistica. Manco lo scopo, manca la risposta al perché devo stare al mondo. Quando il futuro non è più una promessa ma diventa soltanto imprevedibile, retroagisce come demotivazione. Perchè devo impegnarmi in qualcosa se il futuro non promette niente? Oggi i giovani non hanno valori con cui identificarsi. Vivono in uno stato di disentità".