Piazza Cavour, padre del ragazzo accoltellato: “Iorio (MS) non accetta che la giustizia si faccia in tribunale”


di | 3 Feb 2017

Il tema della giustizia nel confronto fra Eugenio Fortunio, padre di Valerio, il giovane accoltellato il 15 ottobre a Piazza Cavour nel cuore di Roma e Alfredo Iorio, il fondatore del Fronte della Gioventù/Movimento Sociale. Le indagini sul pestaggio hanno portato all'arresto di 7 ragazzi, 4 adolescenti e 3 minorenni per tentato omicidio aggravato da futili motivi. Gli adolescenti arrestati risultano appartenenti al movimento del Fronte della Gioventù.

Il padre della vittima

Il padre della vittima del pestaggio attacca Iorio: "Se vogliamo accettare che delle persone facciano da inquirenti, giudici e giustizieri va bena ma la mia è un cultura diversa che mira alla giustizia e non al giustizialismo e la giustizia viene fatta nei tribunali. Alfredo Iorio (MS) non accetta che la giustizia si faccia in tribunale. A Piazza Cavour ci sono dei gruppi di persone che decidono chi deve stare e chi no".