Cibo per maiali: così mangiavano i migranti del CARA di Isola di Capo Rizzuto.


di | 16 Mag 2017

Cara di Isola di Capo Rizzuto: Le interviste esclusive di Servizio Pubblico ai migranti e al “governatore” Leonardo Sacco.

L'operazione della DDA di Catanzaro

«C’era mangiare che non bastava mai. Abbiamo filmato anche la qualità del cibo: noi di solito quel cibo lo diamo ai maiali» dice oggi il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri. L’appalto per la gestione del centro di accoglienza era stato vinto dalla “Fraternita di Misericorida”, un’associazione di volontariato che aveva al vertice Leonardo Sacco, il “Governatore”. Nel video di Servizio Pubblico le interviste esclusive ai richiedenti asilo, ospiti del Cara di Isola di Capo Rizzuto, che lamentavano, già due anni fa, la gestione del centro da parte della Misericordia e a Leonardo Sacco, l’imprenditore dell’accoglienza, tra i 68 arrestati nell’operazione Jonny della procura di Catanzaro.