La protesta sul tetto

di | 5 dic 2011

Mentre Napolitano inaugura la nuova stazione Tiburtina di Roma, rilanciando così l’Alta Velocità, Mauro Moretti, amministratore di Trenitalia, smantella il servizio nazionale dei vagoni letto e cuccette, licenziando ottocentosessantacinque lavoratori.
La gestione delle tratte internazionali viene invece affidata a un’azienda francese.
I dipendenti, che dall’undici dicembre si ritroveranno senza lavoro, protestano sui tetti degli edifici delle Ferrovie.

Archivio

Grillo e la Shoah

“Noi siamo il cuscinetto per il fascismo. C’è una shoah da tutte le parti. Io…


Travaglio vs Salvini

Marco Travaglio si scaglia contro Matteo Salvini: in 22 anni di governi nessuno ha mantenuto…


Emiliano: salari da fame

Michele Emiliano pone l’accento sulle regole fondamentali della sopravvivenza: il mercato non può dettar legge…


Sarti: “Il M5S raccoglie il malcontento”

Giulia Sarti espone le posizioni del M5S: incanaliamo la protesta verso le vie giuste della…


Hènine Beaumont, il gioco della guerra

Nelle campagne intorno a Henin Beaumont con il softair si gioca a fare la guerra….


Giovani indipendentisti crescono

“Non dicono i essere un guerrafondaio, ma sono appassionato di armi” racconta un giovane Veneto,…


Hènin Beaumont, la Francia di Marine Le Pen

Nord della Francia, al confine col Belgio: Henin-Beaumont è una cittadina operaia, storica roccaforte di…


Le Pen: “In Europa vinciamo noi”

“Penso che alle europee ci saranno movimenti che restituiranno un nuovo senso alla parola nazione:…


Salvini: “Grillo deve scusarsi”

Se il paragone con Auschwitz l’avesse fatto la Lega, secondo Salvini adesso sarebbe stata massacrata:…


Sarti, Grillo e la post sulla Shoah

Giulia Sarti torna sulla polemica che ha visto protagonista Beppe Grillo e le sue parole…


ULTIMA PUNTATA

Sciamaninn Let’s go

La ventiseiesima puntata di Servizio Pubblico