Politici ingordi

di | 26 Nov 2011

Cola e Di Lernia raccontano ai magistrati la rete di corruzione e i finanziamenti erogati alla politica dalla galassia Finmeccanica. Non solo tangenti: Cola racconta che Forza Italia, An, Udc e Lega avevano messo in piedi un “tavolo delle nomine” in cui i partiti si dividevano le poltrone

Archivio Finmeccanica

Orsi e le accuse di tangenti

Giuseppe Orsi, presidente e A.D. di Finmeccanica, è al centro di una storia di presunte…


Finmeccanica e nomine politiche

Lorenzo Borgogni, ex dirigente di Finmeccanica, racconta le ingerenze della politica nelle nomine relative a…


Appalti senza gare

Tommaso Di Lernia entra nel giro degli appalti Enav-Finmeccanica nel 2005. Paga mazzette e ottiene…


La barca di Milanese

L’onorevole Marco Milanese controllava le nomine dei consigli d’amministrazione di Finmeccanica e delle trecento società…


Selex e il sistema dei fondi neri

Fatture false o inesistenti per gonfiare le commesse e accumulare fondi neri con cui foraggiare…


Borgogni, collettore delle tangenti

Lorenzo Borgogni è stato fino a poco tempo fa il responsabile delle relazioni esterne e…


Come ti spolpo un’azienda

Il caso Finmeccanica è una nuova tangentopoli? La magistratura indaga su un giro di mazzette…


Supermanager, Superstipendi (parte 1)

Gianni Dragoni ci parla dei super-stipendi dei super-manager a capo delle grandi aziende italiane, sia…


Fisk sul terrorismo: “Siamo noi i colpevoli”

La ricerca delle motivazioni degli attentati