Pronto, Presidente?

di | 7 Dic 2012

“Le ragioni della politica hanno prevalso su quelle del diritto”. Così l’ex procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia ha commentato la sentenza della Corte Costituzionale sul ricorso del Capo dello Stato sul conflitto con la Procura di Palermo. Ma quali sono queste ragioni? Perché il magistrato parla di “sentenza politica”? E cosa succederà al processo sulla trattativa Stato-mafia?

Ospiti in studio anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, l’ex ministro Calogero Mannino, i giornalisti Paolo Mieli e Gianni Dragoni

Archivio Puntata

Difendere la Costituzione

Secondo il sindaco De Magistris l’alleanza Bersani – Casini allargherebbe molto lo scenario politico attuale….


Il mascalzone

Ingoria risponde alle parole di Clogero Mannino ed alle domande di Mieli. Si scaldano gli…


Nessun ostacolo

Se nelle intercettazioni ci fosse stata la prova dell’innocenza di una persona, cosa sarebbe successo?…


I superpoteri del Capo dello Stato

Marco Travaglio sul ruolo del Presidente della Reppubblica: “La figura del capo dello Stato sta…


Perché non cercano?

La signora Angela Manca ripercorre la morte di Attilio Manca. Costretta a fare i conti…


Io so, cosa?

Paolo Mieli contesta il titolo del libro di Ingroia “Io so”. Il riferimento a Pasolini…


Roulette russa

Secondo Travaglio la trattativa tra lo Stato e la Mafia è una cosa conosciuta, a…


Strage di Stato

Secondo il sindaco De Magistris i giudici di Palermo hanno perfettamente ragione. Non intercettavano il…


Io sono innocente

Calogero Mannino racconta la propria esperienza personale nella trattativa tra lo Stato e la mafia


Il retrogusto sgradevole

Ingroia ha detto che da quelle telefonate non emerge niente. Eppure sono rimaste segrete, segretissime….


123

Fisk sul terrorismo: “Siamo noi i colpevoli”

La ricerca delle motivazioni degli attentati