La concordia

di | 19 Apr 2013

Perché la Gabanelli no e Amato e D’Alema sì? Perché Rodotà no e Cassese forse? Quale è la rotta che fa immaginare la nomina del Presidente-comandante della nave Italia? Non serve dare un segnale che sia già oltre il capo-Casta? Ospiti: Gino Strada, arrivato secondo alle Quirinarie promosse da Beppe Grillo sul suo blog (e vinte da Milena Gabanelli); la giornalista Lucia Annunziata; Gian Antonio Stella del Corriere della Sera; Elisabetta Gualmini, presidente dell’Istituto Cattaneo, e il filosofo Massimo Cacciari.

Archivio Puntata

Il Presidente ideale

Gino Strada, fondatore Emergency e secondo classificato alle Quirinarie del M5S: “Credo che questo Paese…


Un partito mai nato

L’analisi di Massimo Cacciari sul Pd: “Il Partito Democratico non è mai stato unito, è…


L’ipotesi Ciampi

Elisabetta Gualmini fa notare che fra i vari nomi, sembra che ci sia stata anche…


Un Governo precostituito

La scelta del Presidente è legata strettamente a un determinato tipo di governo, e il…


Un nome contro la tensione

La giornalista Annunziata preferisce che il futuro capo dello Stato sia figlio di un accordo…


Ingiustizia sociale

Per il fondatore di Emergency in Italia non c’è solo la crisi, ma viviamo una…


Un fronte popolare

Lucia Annunziata vorrebbe un fronte popolare, un cambio delle istituzioni, un governo che forzi la…


Ci stanno ammazzando

Enzo, in studio, ci racconta episodi di suicidio dovuti alla crisi economica e le sue…


“Aboliamo il profitto dalla Sanità”

Strada propone l’ abolizione del profitto della sanità. Gli ospedali sono diventati aziende interessate solo…


Sanità pubblica e sanità privata

Le due diverse concezioni sulla gestione della sanità secondo gli ospiti in studio.


123

Fisk sul terrorismo: “Siamo noi i colpevoli”

La ricerca delle motivazioni degli attentati