O la borsa o la vita

di | 10 Gen 2014

Siamo entrati nel 2014 e l’Italia continua a fare i conti con un Paese reale in difficoltà: la mobilità sociale è ferma, la disoccupazione cresce e il disagio giovanile pure, le tasse non si abbassano ma la Borsa nell’anno appena trascorso ha fatto un + 16%. Il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni dice “che nel 2014 le tasse caleranno”, che “sarà l’anno della svolta”, ma il gennaio degli italiani li vede ancora alle prese con i tributi: Tasi, Tasse sui servizi, aumenti dei pedaggi autostradali. E il rapporto deficit/pil del 3% pare un parametro immutabile. Che anno sarà? E cosa si aspettano gli italiani?“O la borsa o la vita”, è questo il titolo della puntata di giovedì 9 gennaio 2014. Ospiti in studio: Renato Brunetta, capogruppo Forza Italia alla Camera, Maurizio Landini, segretario generale Fiom e il giornalista di Repubblica Federico Rampini.

Archivio Puntata

Per un punto di PIL

Per Renato Brunetta occorre ancora un anno perché la disoccupazione cali anche se il PIL…


Le vignette di Vauro!!

Tornano le irriverenti vignette di Vauro! L’attualità raccontata dall’affilata matiita toscana. IL LUPO DI WALL…


Gli sconti agli evasori

Negli ultimi 13 anni l’agenzia delle entrate ha accertato decine di miliardi di euro di…


Brunetta e i poteri forti

UN sistema che non permette di sperare e non offre futuro è un sistema sbagliato….


Irene contro Brunetta

Irene è una ragazza che vive a Nichelino, periferia sud di Torino. Non ha lavoro…


Marionette al governo

Marco Travaglio non usa mezzi termini nel definire l’attuale classe politica italiana.


Le regole sbagliate

Non è il mercato a produrre le disuguaglianze ma le regole che sono state date…


Gli errori dell’Europa

In certi momenti  come questi le regole vanno abolite: se restiamo legati a regole obsolete,…


Il momento epocale della Fiat

“Fiat è diventata proprietaria al 100% dell’americana Chrysler. Sergio Marchionne ha parlato di ‘momento epocale’….


Ricchi e Poveri

Si scaldano gli animi in studio tra Brunetta ed i ragazzi di Nichelino che chiedono:…


123

Fisk sul terrorismo: “Siamo noi i colpevoli”

La ricerca delle motivazioni degli attentati