Evitare la catastrofe

di | 8 Dic 2011

Prima i sacrifici, poi lo sviluppo. Ma il “decreto salva-Italia”, appena approvato dal governo Monti, ha davvero evitato la “catastrofe”, come ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano? L’Italia tornerà a crescere? E su chi peserà questo “compito duro e necessario”?
Ospiti di Michele Santoro: Maurizio Gasparri del Popolo della Libertà, il leader di Alleanza per l’Italia Francesco Rutelli, Guglielmo Epifani, presidente dell’Istituto Bruno Trentin, e gli economisti Irene Tinagli e Christian Marazzi.

Archivio Puntata

Le vignette di Vauro

Siamo in mano ad un governo di tecnici: ce la faranno a risolvere i problemi…


La balla della settimana

Per anni il governo Berlusconi ha sostenuto che le intercettazioni erano illegali e violavano la…


Le banche ridono

La manovra anti-crisi del governo Monti pare andare a vantaggio della banche. Forse perché Corrado…


Le tasche degli onesti

Per fare pagare sempre gli onesti non serviva un governo di super-esperti tecnocrati, dice Marco…


Il banco dei pegni

Al Banco dei pegni di Roma, gestito dall’Unicredit, ogni giorno c’è chi porta oro, gioielli,…


Una catastrofe

“La mia vita ora sarà messa molto male. Io con mille euro di pensione al…


Padre Indignato della Santa Indignazione

“Chi paga? Sempre gli sfigati! Chi va all’inferno? Sempre gli sfigati, Pecorello Michele!” Al padre…


I vitalizi

A Vicenza domenica scorsa si è riunito il parlamento padano della Lega Nord. Cosa pensa…


Fisk sul terrorismo: “Siamo noi i colpevoli”

La ricerca delle motivazioni degli attentati