Fare le cose bene

di | 31 Mag 2012

“Fare le cose bene” è il titolo della puntata di giovedì 31 maggio di Servizio Pubblico.
Il terremoto in Emilia ripropone un Paese sempre più debole, fiaccato dalla crisi economica come dal continuo sfruttamento del suo territorio. E’ il colpo di grazia per un paese in recessione o l’occasione per ripartire e dimostrare che si può creare sviluppo spendendo bene le proprie risorse?
Ospiti di Michele Santoro: l’architetto Massimiliano Fuksas, Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella del Corriere della Sera, il critico d’arte Philippe Daverio. In collegamento dalle zone terremotate dell’Emilia, Sandro Ruotolo.

Archivio Puntata

Le vignette di Vauro

Le irriverenti vignette di Vauro raccontano in modo ironico e sarcastico quanto è accaduto nell’ultima…


Le voci di Cavezzo

In collegamento da uno dei comuni maggiormente colpiti dal terremoto, Cavezzo,  Sandro Ruotolo dà voce…


Urbanistica demente

Philippe Daverio è critico d’arte ed affronta in modo lucido le criticità italiane: vanno lette…


Soldi pubblici, tasche private

Il ritornello è sempre lo stesso: i soldi non ci sono. Ed allora qualcuno ha…


Ricerca nascosta

Giampaolo Giuliani è presidente della Fondazione Giuliani Ricerca sperimentale precursori sismici. Lui afferma di essere…


Pape Diaw: “C’è fame di lavoro”

Pape Diaw è il portavoce della comunità senegalese di Firenze e lancia il suo appello…


La prevenzione

“Siamo bravi sull’emergenza, ma il problema è la prevenzione”. Così Stella che continua affermando come…


Lo stile ottocentesco

L’archietetto Fuksas spiega come l’aumento dei costi ed i processi burocratici lunghissimi posizinino il modo…


L’anteprima di Michele Santoro

Oggi il consiglio di amministrazione della Rai ha sospeso ogni decisione sul palinsesto autunnale: Raidue…


Non abbastanza

L’UE dice che Monti non ha fatto abbastanza per combattere l’evasione fiscale. E Tg e…


12

Fisk sul terrorismo: “Siamo noi i colpevoli”

La ricerca delle motivazioni degli attentati